• casanoha.jpg
  • Matera_Palombaro_Lungo_Cisterna_Acqua_Viaggidesign_Italia.jpg
  • Matera_Sassi_infiore.jpg
  • Museo_Palazzo_Lanfranchi.jpg
  • Palazzo_Annunziata.jpg
  • Piazza_San_Giovanni.jpg
  • reportage_nei_Sassi.jpg
  • Santa_Lucia_Malve.jpg
  • San_Domenico_Matera_rosone.jpg

Matera: la Città dei Sassi Patrimonio Mondiale UNESCO e Capitale europea della cultura 2019

Matera, Capitale della Cultura Europea 2019 con il quartiere Sassi e il Parco Archeologico delle Chiese Rupestri Patrimonio Mondiale dell’Umanità dal 1993, è una delle città più antiche al mondo ad essere tutt’ora abitata, con insediamenti risalenti a circa 10.000 anni fa, come testimoniano gli importanti reperti provenienti dalle necropoli della zona e custoditi nel museo Nazionale "Domenico Ridola", nel centro storico della Città.

Case scavate nel tufo e incastrate tra loro a costituire i “vicinati”, anima della vita della comunità materana, e i sistemi ingegnosi per la raccolta delle acque che confluiscono in profonde e articolate cisterne, evocano saperi antichissimi, tramandati di padre in figlio.

Matera è una Città eterna che ha conquistato poeti, fotografi artisti e registi. È qui che Pasolini per il Vangelo II Matteo disse di aver ritrovato i volti e i paesaggi che in Palestina erano andati irrimediabilmente perduti, gli stessi che hanno ispirato Mel Gibson per The Passion e Timur Bekmambetov per Ben-Hur. Ma sono tantissime le pellicole girate tra i Sassi da altri grandi registi, come Roberto Rossellini, Francesco Rosi, i fratelli Taviani, Giuseppe Tornatore.

Il Parco regionale archeologico storico naturale delle Chiese rupestri del Materano, racchiude dieci secoli di spiritualità monastica in oltre 150 chiese grotte e offre uno dei più suggestivi paesaggi di pietra istoriata al mondo, tra i quali spiccano la Cripta del Peccato Originale, la Chiesa di Santa Lucia alle Malve, Santa Barbara, Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci, San Giovanni in Monterrone e Santa Maria De Idris. Qui architettura e natura si compenetrano fino a confondersi in uno spettacolo di rupi, forre, grotte e gravine. Un’atmosfera arcaica e mistica che avvolge il visitatore in un’atmosfera di pace e silenzio che solo luoghi «che le forze dello spirito non lasciano mai», come ha avuto modo di scrivere lo scrittore Tahar Ben Jelloun, che ha conosciuto la Città nel 2017, sanno donare.

Tra i monumenti più importanti di Matera, la Cattedrale dedicata alla Visitazione, risalente al XIII sec. È qui che si officia il culto della Madonna della Bruna e Sant'Eustachio, Patroni della Città, la Madonna a cui è dedicata la festa del 2 luglio con il celebre assalto al “Carro” di cartapesta. Ma sono tanti gli eventi che animeranno la città nel corso del 2019 (il programma completo è disponibile sul sito della Fondazione Matera-Basilicata 2019), appuntamenti di grande rilievo tra musica, arte, teatro e grandi mostre che andranno ad aggiungersi alle innumerevoli attrattive ed esperienze, dai musei di archeologia, arte e storia (Museo Ridola, Museo Nazionale di arte medievale e moderna di Palazzo Lanfranchi, MUSMA, Casa Noha...), ai percorsi culturali e ambientali, agli itinerari del gusto tra enogastronomia, artigianato e design, che Matera e la Basilicata sapranno offrire a tutti i graditi ospiti del 67° Raduno nazionale dei Bersaglieri.
Per maggiori informazioni turistiche: www.basilicataturistica.it

Resta connesso

logo anb web 2

 

 

Il sito 67radunonazionalebersaglierimatera2019.it utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Chiudendo questo banner si acconsente all’uso dei cookies.