news 20170728AGR Si svolgerà dal 13 al 19 maggio 2019 in Basilicata il 67° Raduno nazionale dei Bersaglieri. Il comitato organizzatore ha presentato questa mattina l’evento nella sala Verrastro della Regione.
L’Agenzia di Promozione Territoriale si occuperà di coordinare le attività previste sul territorio: 70 concerti delle Fanfare dei Bersaglieri nelle città e nei paesi della Basilicata, eventi artistici, culturali, sportivi.

“L’Apt – ha sottolineato il direttore generale Mariano Schiavone – offrirà insieme alla Regione Basilicata ampia collaborazione per la buona riuscita dell’iniziativa . L’elemento che ci contraddistingue è il nostro spirito di accoglienza e siamo pronti ad offrire tutto il nostro supporto”.

“Si tratta di un evento di grande portata – ha evidenziato il capo di Gabinetto della Presidenza della Giunta regionale Gerardo Travaglio, che ha portato i saluti del presidente della Regione Marcello Pittella assente all’incontro per motivi istituzionali – che porterà grande visibilità al nostro territorio. Una iniziativa che farà conoscere la nostra regione, la nostra storia, la nostra cultura. Ospitare in Basilicata il Raduno dei Bersaglieri è motivo di grande vanto, anche per quanto questo storico e prestigioso Corpo ha fatto e continua fare per l’Italia, tanto nelle missioni internazionali di pace, quanto negli interventi a sostegno delle popolazioni colpite dalle calamità naturali. Con questa iniziativa la Regione intende promuovere, attraverso l’Apt, il nostro territorio, a partire da Matera che rappresenta il nostro fiore all’occhiello. Cercheremo di contribuire alla migliore riuscita dell’iniziativa”.

“Finalmente un sogno si sta avverando – ha dichiarato Biagio Cillo, presidente regionale Associazione nazionale Bersaglieri - per la prima volta si terrà in Basilicata il raduno nazionale dei bersaglieri che coinvolgerà 70 fanfare provenienti anche dal Canada e dall’Australia. La Basilicata prepara un evento importantissimo per i bersaglieri in concomitanza con la proclamazione di Matera a capitale della cultura. Siamo orgogliosi e renderemo onore a questa città. Migliaia di bersaglieri invaderanno Matera portando sani principi morali. Dio, patria e famiglia sono punti di riferimento che oggi vengono messi in discussione. Verranno giovani, meno giovani, anziani ma tutti ventenni nella mente e nel cuore”
Daniele Carozzi, presidente dell’Associazione nazionale bersaglieri ha ricordato i 181 anni di storia del corpo. “Sarà un raduno fantastico – ha detto – porteremo entusiasmo e allegria e puntualizzeremo che se l’Italia ha bisogno di noi, saremo sempre pronti a renderci utili”.

Il generale di Corpo d’armata Agostino Pedone ha evidenziato che il raduno ben si colloca nel contesto di Matera capitale europea della cultura. “Noi bersaglieri siamo storia ed etica. Abbiamo valori forti, senso del dovere, rispetto per la patria e la bandiera. Questo raduno porterà gioia e spensieratezza e coinvolgerà circa 100 mila persone. Non si teneva un raduno nazionale dal 1923, ci sarà una forte iniezione di italianità”.

Bas 05

Resta connesso

logo anb web 2Scegli ricordo

 

 

Il sito 67radunonazionalebersaglierimatera2019.it utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Chiudendo questo banner si acconsente all’uso dei cookies.